Consumi

Come aprire un kebab

Aprire un kebab non è un'operazione molto difficile: ecco una guida utile per capirne di più su permessi e autorizzazioni.

Come aprire un kebab? Questa pietanza fa la sua comparsa alla fine degli anni 70’ in Germania, dove risiede da sempre la più grande comunità turca. Ebbe subito un grande successo diventando il simbolo della cucina araba orientale, in pochissimo tempo. Amato da tante persone, è diventato la vera alternativa alla pizza o altri street food. In Italia arriva con un po’ di ritardo ma diventa subito uno dei cibi più amati, soprattutto nella zona settentrionale. Gli ingredienti sono pollo e tacchino che vengono lavorati a strati e fatti cuocere intorno ad uno spiedo, stile girarrosto. Viene condito con salse particolari tipo yogurt o harissa e presenta ingredienti come cipolle, insalata e pomodoro, variabili a seconda dei gusti.

I permessi e gli attestati per aprire doner kebab

Aprire un doner kebab è abbastanza semplice ma dovrete essere in possesso di particolati attestati. Fra i più determinanti, quello per somministrazione di alimenti e bevande e l’HCCP utile per l’idoneità igienico sanitaria.

Come per qualsiasi attività, dovrete aprire una partita iva e iscrivervi al registro delle imprese presso l’Agenzia delle Entrate. Poi dovrete scegliere il codice ATECO con relativo regime fiscale da adottare, per poi cominciare l’attività. Ricordate che dovrete essere in possesso del SAB (ex-REC) e di un permesso che attesti la vostra idoneità a maneggiare cibi e bevande.

Il locale per doner kebab

Come tutte le attività di questo tipo, non necessiterete di una metratura eccessiva ma avrete dei piccoli accorgimenti da rispettare. Obbligatorio un laboratorio dove preparare gli alimenti e i cibi che proponete ed un banco di preparazione esterno dove ultimare o presentare i piatti.

Di fondamentale importanza la presenza di lavandini, almeno due. Il primo deve essere situato dietro il bancone esterno di preparazione e vi servirà esclusivamente per sciacquare e pulire i prodotti. L’altro va situato nel laboratorio e può essere anche di grandi dimensioni.

Ovviamente vi servirà una lavastoviglie e tutti gli accessori ad essa collegati, in modo da garantire la pulizia di piatti o posate. Non dimenticato che dovrete costruire un bagno destinato solo ai clienti ed uno specifico per voi e i vostri dipendenti.

I prodotti e le attrezzature per doner kebab

Di grande importanza anche la conservazione dei prodotti che vanno catalogati e divisi per tipo e scadenza. I prodotti conservati in frigo vanno tutti etichettati con note su provenienza e la data di scadenza. Le insalate e prodotti simili vanno tagliati in laboratorio e mai sul banco esterno.

Ricordate di impellicolare i prodotti tagliati e conservarli in frigo alla giusta temperatura. Quest’ultimo deve essere a norma, con relative schede di conservazione indicanti prodotto e temperatura di conservazione. Il frigo delle bevande destinate ai clienti deve essere sempre diverso da quello adibito a conservazione dei prodotti e deve essere situato in laboratorio. L’unica attrezzatura di cui non potrete fare a meno è lo spiedo per kebab.

Il marketing per doner kebab

La scelta del luogo in cui aprire il vostro doner è importantissima. Meglio se situato in centro o su una strada con negozi e altre attrazioni, in modo da attirare più clienti possibili. All’inizio fatevi pubblicità con del volantini da consegnare in giro per la città con i prodotti che proponete ed i relativi prezzi.

Provate ad offrire un servizio a domicilio ma puntate soprattutto sulle persone di passaggio, servizio al tavolo da evitare. Scegliete con cura l’arredamento anche se andranno bene poche sedie e qualche tavolino. Provate ad installare degli appoggi a muro tipo fast food in modo da recuperare spazio.

Collaborate con piattaforme online tipo Just Eat o Foodora, così da ricevere ordini da clienti online. Stilate un menù semplice ed essenziale ed evitate una scelta troppo ampia di prodotti, puntate sulla semplicità.

Conclusioni su doner kebab

Al giorno d’oggi aprire un doner kebab potrebbe rivelarsi un’idea vincente. Ormai entrato perfettamente nelle nostre abitudini alimentari, risulta essere un panino gustoso, con alti valori nutrizionali e amato dalla maggior parte delle persone.

Il consiglio è di usare sempre prodotti freschi e di qualità ed offrire ai vostri clienti solo il meglio. Assumere personale qualificato e professionale completa il quadro su come aprire nel migliore dei modi un doner kebab.

Close
Close